I tesori nascosti del Sudan

Un breve tour ideale per chi ha solo pochi giorni a disposizione e desidera scoprire i punti di riferimento del Sudan in totale comfort. Pernottamenti fuori Khartoum nelle nostre esclusive proprietà di Meroe e Karima.

 

Contattateci per la possibilità di viaggiare in gruppo.

6 giorni
Ott-Apr
Alloggio

Partenze possibili tutti i giorni

I Servizi includono:

–    trasferimento aeroporto/hotel
–    2 notti alla Casa Nubiana di Karima in pensione completa
–    2 notti al Campo Tendato Permanente di Meroe in pensione completa
–    acqua minerale durante i tour
–    pasti come da itinerario
–    trasporto con Toyota Hilux (3 persone per auto) o Toyota Land Cruiser (4 persone per auto) fuori Khartoum; minivan a Khartoum
–    Guida in lingua inglese

Giorno 1: Khartoum – Tour della città

Prima colazione in hotel e tour della città di Khartoum. Visiteremo il Museo Archeologico che, oltre a molti bellissimi oggetti, contiene due magnifici templi messi in salvo dall’Unesco e spostati dalla zona del Lago Nasser, quando le sue acque inondarono. Attraverseremo poi il Nilo fino alla confluenza tra Nilo Blu e Bianco per raggiungere Omdurman e visitare la Casa Museo di Khalifa. Pranzo non incluso. Nel pomeriggio visiteremo il vivace mercato locale e al tramonto ci muoveremo verso la tomba di Ahmed Al Nil per assistere alla coinvolgente Danza dei Dervisci (solo di venerdì). Ritorno in hotel. Cena non inclusa e pernottamento.

 

 

Alloggio
Khartoum - hotel a vostra scelta
Punti salienti
Giorno 2: Khartoum – Dongola - Karima

Con un trasferimento sulla strada che costeggia il Nilo, raggiungiamo il sito Cristiano Copto di Old Dongola dove si trovano due templi cristiani costituiti da numerose colonne, archi e capitelli decorati con croci copte che risalgono al XI°-XII° secolo d.C. quando in questa regione si sviluppò un piccolo stato cristiano, il regno di Makuria, che comprendeva l’intera regione a sud di Assuan e che resistette a lungo all’invasione islamica. Il sito è dominato dalla massiccia costruzione in mattoni che era il palazzo dei Re cristiani, trasformato dai Mamelucchi in Moschea. Proseguiamo ancora verso Nord dove si trovano i villaggi Nubiani più belli della valle del Nilo. Qui consumeremo il nostro pranzo a picnic in una bella casa nubiana, dove ci sarà l’opportunità di entrare in contatto con la piacevole e ospitale popolazione locale. Per rientrare a Karima attraversiamo il Deserto Nubiano. Rientro nel tardo pomeriggio nella Casa Nubiana di Karima. Cena e pernottamento.

Alloggio
Casa Nubiana di Karima
Giorno 3: Karima – Jebel Barkal – El Kurru

Prima colazione in hotel. Punto di riferimento nel deserto nubiano, il Jebel Barkal (“Jebel” in arabo significa montagna), può essere visto da qualche decina di chilometri di distanza quando si è ancora in pieno deserto. Ai piedi di questa splendida montagna isolata di arenaria rossa dalle pareti strapiombanti e che fin dall’antichità era considerata sacra, si trova il grande tempio, dedicato dai faraoni del Nuovo Regno al loro protettore Amon. L’antica “Montagna Pura” di Amon, l’Olimpo dei nubiani rimase per oltre 1000 anni il cuore religioso della Nubia. Oltre ai resti del grande tempio si trovano ancora numerosi arieti scolpiti in granito. Scavata nella parete alla base della montagna si trova una grande stanza decorata con bassorilievi dedicata a Mut. A Sud del Jebel si ergono in pieno deserto alcune piramidi dal profili molto slanciati, tombe di una dinastia kushitica probabilmente parallela a quella ufficiale.

Le necropoli reali dell’antica città di Napata, capitale della Nubia (dal 740 al 350 a.C.) prima del periodo meroitico, contavano numerosissime piramidi in tre differenti località: poche centinaia di metri a Nord del Jebel Barkal, a El Kurru, una decina di chilometri a Sud della montagna ed a Nuri, che si trova sull’altra sponda del Nilo. Ci si sposta poi a sud fino al villaggio di El Kurru dove si trova una delle antiche necropoli. Qui si può visitare una delle due tombe scavate nella roccia, sottostanti a piramidi in parte crollate e completamente decorate con rappresentazioni del faraone, delle divinità e con iscrizioni geroglifiche policrome. Si prosegue poi con una breve puntata nel deserto nubiano per visitare una foresta pietrificata: resti di tronchi fossili, alcuni lunghi svariati metri, giacciono sul terreno da milioni di anni. Ritorno a Karima. Al termine delle visite ritorno alla Casa Nubiana di Karima, cena e pernottamento.

Alloggio
Casa Nubiana di Karima
Punti salienti
Giorno 4: Karima – Nuri - Deserto Bayuda - Meroe

Dopo la prima colazione si riattraversa il Nilo e si procede verso Est, percorrendo una pista lungo il wadi Abu Dom che si inoltra nel Deserto del Bayuda, area delimitata dall’ansa dal Nilo fra la Sesta e la Quarta Cateratta. Questo deserto si caratterizza per le aspre montagne basaltiche nere, molte delle quali di origine vulcanica e dalla tipica forma tronco-conica. Vaste distese pianeggianti di ciottoli di quarzo intervallate da wadi asciutti dove cresce un pò di vegetazione. Probabile è l’incontro con popolazioni nomadi di etnia Bisharin con le loro carovane di cammelli nei  pressi  dei  pozzi.  Pranzo a picnic lungo il percorso. Lasciamo la strada principale attraverso il deserto per dirigerci in direzione sud-est fuori pista attraversando zone pianeggianti, caratterizzate da alcune isolate montagne coniche e aree di piccole dune di sabbia gialla intercalate e isolate acacie ombrellifere, che conduce al Nilo. Attraversiamo il fiume con il “ponton” – traghetto locale. L’attesa del traghetto e l’attraversamento del fiume sono momenti molto interessanti che permettono di venire a contatto con la gente del luogo e di sperimentare la loro gentilezza ed ospitalità. Spesso sul traghetto si viaggia con carretti trainati da asini, cammelli e capre.

Si prosegue poi brevemente verso sud lungo la sponda orientale del Nilo fino a quando si arriva in vista delle piramidi della Necropoli Reale di Meroe che svettano su di una collina lambita da lingue di sabbia. Arrivo al Campo Tendato di Meroe. Sistemazione nelle tende. Cena e pernottamento.

Programma pasti
  • Colazione inclusa
  • Pranzo pic-nic
  • Cena al campo tendato di Meroe
Alloggio
Campo Tendato di Meroe
Punti salienti
Giorno 5: Meroe - La Necropoli e la Città Reale di Meroe

La Necropoli Reale di Meroe si trova a circa 3 chilometri dal Nilo su lievi rilievi ricoperti di piccole dune di sabbia gialla. Oltre 40 piramidi, alcune perfettamente conservate, svettano con la loro forma aguzza verso il cielo terso in un ambiente particolarmente suggestivo. Le piccole cappelle votive poste di fronte alle piramidi presentano le pareti decorate con bassorilievi che mostrano episodi della vita del Faraone ed immagini delle divinità. La necropoli fu utilizzata fra il 400 a.C. ed il 400 d.C. nel periodo di maggior splendore della civiltà meroitica. A differenza delle piramidi egizie le camere mortuarie non si trovano all’interno della piramide, ma sottoterra, la piramide era semplicemente un monumento funerario. Alla fine della visita archeologica visiteremo il mercato di Kabushia e la scuola Tarabil che da anni aiutiamo nel progetto di ampliamento. Rientro al Campo Tendato per il pranzo.

Nel pomeriggio ci si sposta verso il Nilo per visitare i resti della Città Reale: gli scavi hanno confermato che occupava una grande area con una zona centrale circondata da sobborghi e da una cinta di mura. La maggior parte del terreno occupato dalla città, che è formato da molte collinette ricoperte di frammenti di ceramica rossa, attende ancora di essere scavata. Le poche vestigia sottratte fino ad oggi alla morsa della sabbia ci mostrano però la vastità degli edifici di cui la città era costituita. Interessante anche il “bagno”, una piscina che veniva riempita con l’acqua del Nilo, riservata ai nobili e con numerose decorazioni in stucco. Cena e pernottamento al Campo Tendato.

Programma pasti
  • Colazione e cena incluse
Alloggio
Campo Tendato di Meroe
Punti salienti
Giorno 6: Meroe - Templi di Naga e Mussawarat - Khartoum

Dopo la prima colazione al campo ci si dirige verso Sud, dopo circa 50 km ci si inoltra nel deserto e si visitano due località archeologiche del periodo meroitico. Con una bella pista si arriva al sito di Naga a circa 30 km dalla strada asfaltata. Questo è uno dei maggiori centri che si svilupparono durante il periodo meroitico. A Naga, in un ambiente tipicamente sahariano di rocce e sabbia, si trova il tempio di Apedemak (I° sec. d.C.), una magnifica costruzione decorata con bassorilievi che riproducono le immagini del dio con la testa di leone, del faraone, della nobiltà e varie rappresentazioni rituali del dio Apedemak. A poche decine di metri sorge una piccola e strana costruzione con archi e colonne, soprannominata il “Chiosco”, in cui appaiono contemporaneamente gli stili egizio, romano e greco. Poi il tempio di Amon, con un viale di arieti e numerosi piloni decorati. Pic-nic. A Mussawarat, non lontano da Naga, l’insediamento era posto in una bella vallata circondata da colline. Oggi sono visibili i resti di un area sacra che ebbe una importanza eccezionale. Il suo complesso principale, il “Grande Recinto” o “Tempio degli Elefanti” è formato da numerose costruzioni e muri perimetrali che circondano un tempio costruito nel I° sec. d.C. o poco prima. La quantità di elefanti rappresentati nelle scene decorative di mura e colonne fa pensare che questo animale a Mussawarat avesse un ruolo di primo piano. Al di là del grande wadi si trova poi un altro tempio dedicato al dio Apedemak che è stato ricostruito da una missione archeologica dell’ex Germania Est. Tempo permettendo di ritorno a Khartoum ci fermeremo per una breve visita di Sabaloka Gorge. Check-in all’hotel. Cena non inclusa.

Programma pasti
  • Colazione inclusa
Alloggio
Hotel a scelta di Khartoum
Punti salienti

Hotel a vostra scelta a Khartoum tra il Corinthia, il Grand Holiday Villa e l’Acropole.

Casa Nubiana di Karima e Campo Tendato di Meroe vicino alle Piramidi di Meroe.